Ortodonzia


Risultati immagini per foto di ortodonzia

L’ortodonzia è la branca dell’odontoiatria che si occupa del mantenimento, del ripristino o della creazione del corretto rapporto osseo tra i mascellari, del corretto rapporto tra le arcate dentarie e dell’allineamento dei denti, per una corretta funzione masticatoria, fonatoria ed estetica.

Quindi l’ortodonzia non si occupa solamente dell’allineamento dei denti con finalità estetiche, ma il suo ruolo principale e primario è quello di ripristinare una giusta funzione dell’apparato stomatognatico. In effetti la posizione dei denti e lo sviluppo delle ossa mascellari sono direttamente influenzati dalle funzioni muscolari in particolare della lingua e dei muscoli periorali.
L’ortodonzia quindi nella fase in cui si occupa delle alterazioni miofunzionali può beneficiare della collaborazione di contestuali trattamenti miofunzionali sia logopedici ( rieducazione della lingua nella fonazione e nella deglutizione) che osteopatici.
Sono ormai accertate le correlazioni che esistono tra sviluppo delle ossa mascellari, l’allineamento dentale, le funzioni dei muscoli e della lingua, con la postura e la funzione ed il movimento di altri distretti.

Quindi i trattamenti ortodontici possiamo dividerli in 2 fasi:

Ortodonzia funzionale e/o intercettiva interviene nella fase di dentatura mista (presenza di denti decidui e permanenti tra i 5 ed i 9 anni) e si occupa proprio di interferire con quelle forze muscolari, in particolare la lingua, che possono condizionare in maniera sfavorevole lo sviluppo armonico delle ossa mascellari.
Questo può essere fatto con l’utilizzo di apparecchi ortodontici  mobili detti “funzionali” ed attraverso esercizi di rieducazione dei movimenti della lingua e della muscolatura periorale.
Avere i denti storti spesso impedisce un corretto spazzolamento delle loro superfici, con maggiore rischio di carie e di accumulo di tartaro.
Avere denti storti e un’occlusione scorretta in giovane età potrebbe portare a disturbi masticatori in età adulta.


STUDIO ORTODONTICO

E’ necessario per decidere il tipo di  trattamento piu’ adatto: vengono esaminati i denti, la mandibola, la mascella , le articolazioni, la forma e il profilo del viso, il modo  di  masticare e di  deglutire, quasi sempre con l’aiuto di  radiografie, modelli e foto.
Servono quindi:
-una radiografia panoramica che serve  per verificare la presenza e la posizione dei denti;
-una teleradiografia, serve per eseguire delle misurazioni utili per  impostare il trattamento  ortodontico
-le foto,  danno a voi e al vostro dentista la registrazione del viso e dei denti  prima del  trattamento.


PRINCIPALI DIFETTI ORTODONTICI

-MORSO APERTO: quando i molari chiudono tra loro ma i denti  anteriori non si  toccano
-MORSO PROFONDO: quando i molari chiudono tra loro ma i denti anteriori superiori coprono troppo quelli inferiori
-MORSO INCROCIATO: quando  i molari chiudono ma qualche dente superiore chiude internamente a quelli inferiori


TIPI DI  MALOCCLUSIONE

-PRIMA CLASSE: l’arcata superiore e’ in posizione corretta  rispetto a quella inferiore , ma i denti  sono affollati ,storti o lontani dalla loro posizione.
-SECONDA CLASSE : l’arcata superiore e’ troppo in avanti o quella inferioe troppo indietro
-TERZA CLASSE: l’arcata inferiore e’ troppo in avanti o quella superiore troppo indietro


DURATA DEL TRATTAMENTO

Dipende dal tipo e dalla gravita’ del problema, dall’età, dalla risposta individuale al trattamento e dalla diligenza nel presentarsi agli appuntamenti di  controllo  e seguire le indicazioni del dentista .


ORTODONZIA TRADIZIONALE

Brackets in metallo:
sono gli attacchi classici di un ortodonzia fissa. Sono composti da una lega di acciaio nichel free.

Brackets in ceramica:
sono detti anche attacchi estetici. Essi sono composti di diversi materiali ma a nostro avviso il miglior rapporto qualità prezzo è dato da quelli in ceramica.


CONTENZIONE

Terminata la fase attiva del trattamento e’ necessario usare un apparecchio per il mantenimento del  risultato raggiunto.


INVISALIGN

Cos’è Invisalign:

Dopo un’accorta visita ortodontica, con la presa delle impronte del paziente, si inviano queste ultime insieme a foto cliniche e lastre al centro Invisalign con sede negli U.S.A. Nel giro di pochi giorni viene inviato all’odontoiatra il cosiddetto ClinCheck, una proposta terapeutica sviluppata sulla base della documentazione clinica del paziente che deve essere attentamente valutata e adattata alle richieste del paziente. Quest’ultimo la potrà visionare e commentare insieme al medico al fine di esprimere il proprio parere ed esporre eventuali modifiche, dando, così, il proprio consenso finale.

Dopo questo iter che può richiedere accorgimenti ad hoc per ogni paziente, vengono create le mascherine necessarie alla terapia. Questi allineatori sono invisibili, rimovibili e ideati per migliorare lestetica dentale. Vengono stampati appositamente per i denti di ogni paziente sulla base delle impronte rilevate.

Alla consegna delle prime mascherine di Invisalign, presso il nostro studio sarà premura dell’odontoiatra istruire il paziente sulla loro corretta applicazione; esse andranno indossate per almeno 22 ore al giorno (quindi giorno e notte) e andranno levate solo per i pasti e nel caso in cui si stiano bevendo bevande colorate (thè, caffè, ecc). La loro rimozione è estremamente semplice e veloce e possono essere riposte in un pratico contenitore fornito insieme alle prime mascherine. E’ importante mantenere un’ottima igiene orale, le mascherine andranno indossate sempre dopo essersi lavati bene i denti e dopo averle sciacquate e disinfettate accuratamente.

Ogni mascherina verrà portata per un periodo di 14 giorni e verrà sostituita direttamente dal paziente che seguirà la numerazione intuitiva e chiara riportata sulla confezione di ciascuna di esse.

I controlli da parte dell’ortodontista inizialmente saranno più frequenti e serviranno per monitorare l’avvio e lo sviluppo della terapia ortodontica e per soddisfare e rispondere a tutte le iniziali domande del paziente.

Al termine della terapia la cosiddetta contenzione (ossia la pratica di immobilizzare e comprimere una parte anatomica per mantenerla entro la propria sede), un tempo eseguita mantenendo un filo ortodontico fissato palatalmente o lingualmente, verrà permessa tramite l’utilizzo di mascherine da portare esclusivamente la notte per fissare il risultato e stabilizzare i denti nell’osso nella corretta posizione ottenuta.

Con questo articolo ti abbiamo spiegato nei dettagli come viene utilizzato Invisalign all’interno del nostro studio. Se vuoi saperne di più non esitare a contattarci per organizzare un primo consulto assolutamente gratuito.


Proteggendo la tua salute orale, proteggi la tua salute generale 😀